SCUOLE: PENNE NON PUO’ PIU’ ASPETTARE! SI RIPARTA DAGLI STUDENTI

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - Non possiamo non notare che i lavori, da poco riiniziati dopo una lunghissima pausa, per la realizzazione dei MUST che dovranno ospitare l’Istituto Tecnico Marconi, sono nuovamente fermi.

Aldilà dei motivi, delle idee politiche, delle scaramucce ci preoccupa questo singhiozzo nei lavori che rischia di comprometterne la consegna definitiva prevista per settembre, ci preoccupa soprattutto perché spesso avviene nell’indifferenza generale dei più, anche in Consiglio Comunale. Ci preoccupa perché si sta mettendo a rischio il futuro di un Istituto, storico, per Penne e tutta l’Area Vestina mentre noi del Partito Democratico-Circolo di Penne riteniamo che l’istruzione occupi un ruolo fondamentale per la nostra Città, per il presente e per il futuro e l’Amministrazione Semproni dovrebbe ragionare in modo serio ed anche velocemente sul calo delle iscrizioni e su come porre un argine a questo fenomeno negativo che coinvolge le scuole di ogni ordine e grado presenti nel territorio cittadino. Non bastano più annunci di costruzione di nuove scuole (nonostante non sia stato presentato alcun progetto ed il destino dei finanziamenti statali ottenuti, da più di 700.000€ così come le tempistiche sono oscure) ma bisogna anche riflettere su chi e cosa si vuol avere all’interno di questi edifici, ma soprattutto sul come li si vuol tenere perché non è più pensabile che gli studenti della Mario Giardini vengano ospitati, con numerose difficoltà, di anno in anno nei locali dell’Istituto Paratore e non sappiano nulla di certo del proprio futuro. Non è pensabile nemmeno che un Istituto, il Marconi, si veda costretto a rinunciare a finanziamenti PON da 120.000€ (ottenuti con fatica e dedizione) per laboratori informatici a causa dell’assenza di una sede. Chiediamo che l’amministrazione Semproni non lasci soli i presidi e le presidi delle scuole di Penne, ma anzi convochi un Consiglio Comunale aperto ed inviti gli stessi e le stesse presidi, i rappresentanti dei genitori e degli studenti, i docenti, il personale, gli studenti, i cittadini, le istituzioni per discutere francamente della questione scuole di ogni ordine e grado, questione nella quale l’Amministrazione Semproni troppo spesso è risultata assente ingiustificata.

Gli studenti sono le colonne dalle quali non possiamo prescindere, assolutamente. Non lasciamo che questo grido di aiuto resti, come tanti altri, inascoltato.</p> <p align="RIGHT"> 

La passata amministrazione D’Alfonso si è efficacemente interessata dell’edilizia scolastica con i seguenti risultati:

Adeguamento sismico Scuola San Panfilo: 315.000€ (fondi statali)

Adeguamento sismico di parte dell’Istituto L. C. Paratore: 650.000€ (fondi regionali) ed immobili comunali: 250.000€

Contributo statale da destinare alla M. Giardini: 723.000€ (contributo statale) della cui destinazione non ci è dato ancora sapere.

 

Andrea Vecchiotti, Partito Democratico – Circolo di Penne